Aiazzone, ordine di arresto per Borsano e Semeraro


L'ex presidente del Torino nonchè ex deputato del Psi Gianmauro Borsano e gli imprenditori Renato Semeraro e Giuseppe Gallo, titolari del gruppo Mete spa che utilizzava il marchio del mobilificio Aiazzone, sono destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Giovanni De Donato su richiesta dei magistrati del pool criminalità economicà della procura di Roma.I due, titolari del gruppo Mete spa che utilizzava il marchio del mobilificio, coinvolti in un'inchiesta della procura di Roma per bancarotta, evasione fiscale e riciclaggio



Tra le contestazioni fatte agli arrestati c'è anche quella di aver chiesto a tre diversi tribunali competenti (Tivoli, Firenze e Torino), per conto di alcune società del Gruppo (Holding dell'Arredo, B&S e Mobil Discount), l'ammissione al concordato preventivo, allo scopo di evitare il fallimento, fornendo garanzie patrimoniali inesistenti e presentando carte false.

Bancarotta distrattiva e documentale, evasione fiscale e riciclaggio sono i reati contestati.
Oltre ad eseguire le misure cautelari, la Finanza sta procedendo al sequestro preventivo di appartamenti, veicoli, imbarcazioni, aerei e marchi di fabbrica per un valore di una cinquantina di milioni di euro.