Gli indonesiani tentano di salvare una cameriera dalla decapitazione




Gli indonesiani stanno conducendo una campagna per raccogliere mezzo milione di dollari per fermare la decapitazione di una cameriera in Arabia Saudita, chiedendo donazioni in tv e siti di social network come Facebook.


Un tribunale di Riyadh ha dichiarato colpevole Darsem Binti Dawud Tawar nel maggio del 2009 dell' omicidio del suo datore di lavoro yemenita ed è stata condannata a morte.


Ha affermato che era legittima difesa, dicendo che il suo capo aveva tentato di violentarla.


Il portavoce del ministero degli Esteri indonesiano Kusuma Habir dice che la famiglia della vittima ha deciso di perdonare Darsem in caso lei arrivasse alla cifra di 530.000 $ noto in arabo come "diyat" o prezzo del sangue - entro luglio.


Ha dichiarato che sono stati già raccolti 265.000 $, grazie alle campagne sui siti di social network, agli spot televisivi e agli appelli da parte dei funzionari locali.